Intelligenza in calo: colpa della società moderna.

FONTE

intelligenza-uomo1.jpgGli esseri umani rischiano di diventare sempre meno intelligenti nel prossimo futuro. L’ipotesi deriva da un’analisi statistica pubblicata sulla rivista Trends in Genetics dal professor Gerald Crabtree ed altri luminari dell’Università di Stanford, secondo cui, negli ultimi 3000 anni, l’intelligenza umana è progressivamente diminuita e non aumentata a causa della società moderna, e nello specifico per la mancanza di una pressione selettiva, che incide sulle capacità intellettive ed emotive dell’uomo.

Studi recenti nel campo delle neuroscienze hanno dimostrato che i geni responsabili delle funzioni cerebrali sono suscettibili alle mutazioni, e negli ultimi tremila anni, all’incirca 120 generazioni, ogni individuo avrebbe avuto a che fare con due o più mutazioni in uno dei geni che determinano la sua stabilità intellettiva ed emotiva. L’ipotesi sostenuta dai ricercatori è che la combinazione tra un elevato numero di geni mutati e la minore pressione selettiva della società moderna abbiano condotto ad una diminuzione del livello d’intelligenza degli esseri umani. ‘Lo sviluppo delle nostre capacità intellettive e l’ottimizzazione di migliaia di geni dell’intelligenza probabilmente si sono realizzati in gruppi dispersi di persone con poche abilità verbali prima che i nostri antenati uscissero dall’Africa‘, afferma Crabtree, secondo cui i primi antenati erano particolarmente intelligenti perché alle prese con una forte pressione selettiva.

L’avvento dell’agricoltura e dell’urbanizzazione sono stati i primi segnali di una lenta, ma inesorabile involuzione intellettiva dell’uomo, limitando l’importanza del ruolo occupato dalla selezione nell’eliminare le mutazioni associate a incapacità intellettuali. Tuttavia, conclude Crabtree, non è detto che il processo sia irreversibile, e che in futuro non si possa invertire la tendenza: ‘Credo che scopriremo ciascuna delle milioni di mutazioni umane che possono compromettere le nostre funzioni intellettive e in che modo ciascuna di queste mutazioni interagisce con le altre e altri processi, così come l’influenza dell’ambiente. Allora potremmo essere in grado di correggere magicamente ogni mutazione che si è realizzata in tutte le cellule di ogni organismo a qualsiasi stadio di sviluppo. Perciò il processo brutale della selezione naturale non sarà necessario‘.

Intelligenza in calo: colpa della società moderna.ultima modifica: 2013-01-05T15:45:33+01:00da anisha1988
Reposta per primo quest’articolo